Forte Forte Forte, bello come The Voice

Forte Forte Forte, bello come The VoiceEro certo che questo nuovo programma della rete ammiraglia Rai (Rai 1) fosse partito con il piede giusto invece mi sono dovuto ricredere, da quanto letto su alcuni quotidiani sembra che il nuovo Talent Show andato in onda Venerdì scorso non abbia avuto il successo sperato, a dare (se cosi possiamo dire) il verdetto negativo per la prima puntata è stato il famigerato Share che con solo il 15,20% ha fatto registrare un pubblico televisivo che si aggira intorno ai 3.840.000 unità.
Non seguo molto i programmi televisivi, ma francamente questo dato mi sembra on po’ scadente considerando il fatto che la trasmissione era in prima serata e per giunta su Raiuno (che risulta essere la rete più seguita in Italia), personalmente per me e per molti altri non cambia nulla (credo), ma sicuramente per il team che ha ideato il Talent e sopratutto per i bravi conduttori i risultati non sono confortanti.
Una “falsa partenza” non cambia nulla comunque di tempo per riscuotere il successo sperato c’è ne, basta aspettare che il programma si “scaldi” per il resto i talenti non mancano di certo, Raffaella Carra (una delle ideatrici di Forte Forte Forte- bravissima come sempre), insieme ai restanti giudici sembrano intenzionati a trovare Talenti di “prima scelta” anche se questo particolare deluderà molti giovani promesse dello spettacolo.
Per quello che mi riguarda potrei dire che ho potuto assistere (come utente televisivo) ad uno spettacolo abbastanza somigliante a The Voice, l’ impostazione mi è sembrata quella (opinione personale) oltretutto presente anche la classica auto dello Sponsor, e non poteva mancare neppure “l’ introduttore”, per il resto (forse la parte più diversiva) i Talenti da trovare non dovevano solo saper cantare ma potevano presentare altre performance.
Se dovessi dare un voto a questa prima puntata di Forte Forte Forte (da critico quale non sono), potrei dare la sufficienza ma solo per il semplice fatto che siamo solo all’ inizio (lo spettacolo deve ancora decollare).
Veniamo alla parte che più mi “amareggia” dal punto di vista televisivo: in questi ultimi anni sto assistendo ad una lenta ma inarrestabile “invasione” di personaggi Mediaset sulle reti Rai, ma questo è il fenomeno secondario, quello che principalmente non ho potuto fare a meno di notare è stato lo “stile” di alcuni programmi con quantità abbastanza sostenute di pubblicità e con tanto di televendite (queste ultime fiore all’ occhiello delle reti Mediaset).
La “nostra” TV pubblica sta gradualmente cambiando, al momento mi astengo da giudizi (sono il meno adatto), tanti nuovi canali sono nati in questi ultimi anni, l’ offerta televisiva della Rai risulta essere una delle più vaste d’ Europa, ma la quantità di pubblicità viaggia al passo con i tempi che stiamo vivendo, azzarderei a dire che stiamo andando verso il “modello americano”, ma qui in Italia non siamo in America.
Forte Forte Forte è bello come The Voice, molto probabilmente avrà successo da vendere, ma in un Paese dove i Talent Show si “sprecano” (sopratutto in cucina) mi fa pensare che gli spettatori sono un po “stanchi” di vedere più o meno gli stessi format televisivi.
Se volete aggiungere altro a questo post, oppure solo commentare scrivete pure un messaggio. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*