Volevo fare il Giornalista

Volevo fare il GiornalistaScrivo questo post perché da quando ho aperto questo blog mi sono talmente appassionato alla lettura e scrittura (più la scrittura), che ormai non posso più fare a meno di inserire almeno un paio di “articoli” durante la settimana, nulla di eccezionale comunque, solo qualche notizia sui disoccupati, la crisi economica e lavorativa, e qualche notizia locale di cronaca. Tutta farina del mio sacco ovviamente, ma quello che più mi preoccupa è il semplice fatto di non “coniugare” bene tutto il “discorso” scritto.
Avrei dovuto studiare di più, ma a volte nella vita non ci sono molte possibilità e mi sono fermato alla 3^ media, mi resta comunque la passione di scrivere, e se un giorno ci saranno dei corsi di giornalismo (almeno a livello base), e se avrò la possibilità economica lo farò, cercherò di diventare il “Giornalista dei Disoccupati”.
Scrivo questo “articolo perché è il mio sogno, il sogno di Mario, che è un disoccupato senza speranza di trovare lavoro e che sogna appunto di fare il giornalista, ma che tuttavia non può realizzarsi (almeno per il momento) per un fatto strettamente psicologico (ma non solo), infatti, la sua “timidezza” davanti alla telecamera, non gli permette di esprimersi al meglio, senza contare che è molto scarso nella scioltezza di parlare e nello gesticolare.
Francamente, e solo ora che sto provando “l’ arte” non tutti sono “portati” a fare il cronista, queste immagini che sono solo una sorta di “prova” lo dimostrano.
Fare il giornalista non è cosa facile, i veri giornalisti hanno nervi saldi, e uno spirito di improvvisazione notevole, tutti i giovani, sognano di farlo ma gli studi, il fattore economico e il percorso per “arrivare” è molto lungo, e faticoso.
Se vi va di aggiungere altro commentare o dare qualche consiglio su questo mestiere vi in invito a scrivere un messaggio, potreste essere di grande aiuto. Grazie.

5 thoughts on “Volevo fare il Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*