Un medico in famiglia: ma davvero siamo messi così male?

Un medico in famiglia, ma davvero siamo messi così malePreciso subito, la fiction sta riscuotendo un grande successo come del resto delle precedenti edizioni, diciamo (ma è una mia considerazione) che rispetto alle serie passate, di un “medico in famiglia” è rimasto ben poco (i medici si vedono quando arriva Lele), sembra più di assistere ad una “copia” di Beautiful dove si intrecciano continuamente vicende amorose legate alla famiglia di “nonno Libero”, senza contare che ogni tanto si aprono spazi pubblicitari inseriti con molta maestria all’interno della fiction stessa (ma è il tempo in cui viviamo che lo richiede, e comunque sono consentite).
Tutto questo ci può stare, amori, e pubblicità! Di Medici ogni tanto si intravede qualcosa, ed è proprio su questo punto che voglio esprimere la mia “preoccupazione” non tanto perché la categoria ormai come detto sopra si “vede” poco nello sceneggiato, ma nel semplice fatto che alcune puntate fa abbiamo assistito a certe scene che hanno destato angoscia (almeno per me).
Forse qualcuno ha voluto dirci qualcosa, forse quel qualcuno ci ha voluto far vedere come sarà il “nostro” futuro (la classica occhiatina) resta il fatto che abbiamo assistito nel corso della fiction a dei medici volenterosi e rispettosi del prossimo, che di notte, e di nascosto visitavano i pazienti malati che non si potevano permettere le cure (non potevano pagare).
Il tutto avveniva su una struttura sanitaria privata è vero, ma è questo il futuro che ci aspetta? La sanità pubblica verrà rimpiazzata da quella privata, e gli attuali ospedali pubblici verranno rilevati da personaggi che li pagheranno una “miseria”? Verrà offerta quel tipo di assistenza che fino a qualche anno fa era di moda negli Stati Uniti D’ America, è che gli stessi “Americani” hanno voluto quasi del tutto abolire, perché si erano accorti che era un abominio?
Non vorrei sbagliami, ma di recente uno studio fatto a proposito dei costi della sanità pubblica Italiana evidenziava che in alcuni casi, le visite mediche ed alcuni esami di laboratorio costano di gran lunga meno se effettuati in strutture private.
Davvero ci ritroveremo in massa di notte con medici che rischiano il posto (minimo) per aiutare chi non può permettersi l’assicurazione sanitaria? Nella realtà, siamo davvero tanto distanti dalla “situazione” che la fiction ci fa vedere?
Una cosa è certa, i costi della sanità pubblica nel nostro paese sono altissimi, forse c’è qualcosa che non va. Spesso nei film viene “presentato” quello che in futuro ci aspetta, e io stesso che scrivo in questo blog mi auguro con tutto il cuore di sbagliarmi! il Medico è sempre un nostro “amico”. A voi ogni commento a proposito. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*