Sebastiano Bonzio: brucia la cupola dell’ Excelsior, la puzza non è solo di bruciato

Sebastiano Bonzio: brucia la cupola dell’ Excelsior, la puzza non è solo di bruciatoNel primo pomeriggio di oggi 30 Aprile 2014 a Venezia un’ incendio ha interessato una delle storiche “cupole” dell’hotel Excelsior, molto fumo, ma fortunatamente non si sono registrati feriti, i danni alla cupola stessa e all’interno sono ancora da quantificare. Questo strano incendio ha “incuriosito” molto Sebastiano Bonzio del Comune di Venezia, che tramite un comunicato stampa ha voluto far sapere quanto segue:

La vicenda dell’incendio divampato nei locali di una delle storiche cupole dell’hotel Excelsior del Lido di Venezia puzza, e non solo di bruciato. Suona realmente singolare il sincronismo tra questo incidente, l’apertura delle buste con le offerte per la designazione della nuova proprietà dello storico albergo e il fatto che il focolaio sia scoppiato laddove sono in corso lavori di ristrutturazione che il gestore ha voluto affidare ad aziende in appalto. Confido che le indagini facciano piena luce sulla vicenda e sulle responsabilità di questo grave episodio e che la nuova proprietà abbia la forza e il coraggio di imprimere una svolta radicale nella gestione di quella che per il Lido di Venezia è ben più di una semplice struttura ricettiva, incarnando il concetto stesso di quel turismo di qualità che fa parte della storia e che deve rappresentare il futuro per la Città di Venezia e il Lido. Oggi, infatti, non posso nascondere la mia perplessità di fronte ad un soggetto imprenditoriale che ha saputo solo deprimere questo asse turistico/ricettivo. Una gestione che è la diretta e logica conseguenza della stagione commissariale e che sembra aver avuto come unico obiettivo un abbattimento dei costi grossolano e rozzo, giocato esclusivamente sulla pelle dei lavoratori (che hanno visto progressivamente e drasticamente diminuire il livello dei loro diritti e dei loro salari, laddove non siano partite le lettere di licenziamento). Credo che il Lido di Venezia e la Città tutta abbiano il diritto di ambire a modalità di gestione ambiziose che creino occasioni e buona occupazione per il territorio e valorizzino a pieno il fascino dell’Hotel e che, quanto meno, non buttino alle ortiche le importanti manifestazioni che storicamente si sono svolte presso l’Excelsior (si pensi alla Pasqua ebraica fuggita a Malta, dobbiamo attendere uguale sorte della Mostra del Cinema di Venezia?). Credo che debbano essere il Comune di Venezia e il suo Sindaco a farsi carico della situazione, convocando un tavolo che sappia dar vita ad una nuova fase per il Lido, capace di volare alto e di rappresentare un progetto che esalti il protagonismo della comunità lidense, in quanto costruita assieme alla realtà aziendale che verrà chiamata a gestire l’hotel Excelsior, alla cittadinanza, ai lavoratori e alle loro organizzazioni sindacali. Sebastiano Bonzio-Capogruppo Rifondazione Comunista-Comune di Venezia.
Questo quanto scritto da Bonzio. Se avete commenti in proposito scrivete un messaggio, avete tutto lo spazio che volete. Grazie.

One thought on “Sebastiano Bonzio: brucia la cupola dell’ Excelsior, la puzza non è solo di bruciato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*