Scozia, all’Università di Dundee scoperto farmaco anti-malaria

Scozia, all'Università di Dundee scoperto farmaco anti-malariaBuone notizie per i patiti dei viaggi esotici, e quanti hanno questo timore, presso l’università di Dundee in Scozia, i ricercatori della Dundee University hanno scoperto un nuovo composto che potrebbe curare la malaria, proteggendo le persone dalla malattia e per prevenire la sua propagazione, tutto in una singola dose; il composto, chiamato per ora DDD107498, è stato sviluppato dall’Unità Drug Discovery dell’università e Medicines for Malaria Venture.

Gli scienziati hanno dichiarato che il nuovo farmaco potrebbe funzionare bene contro parassiti resistenti ai trattamenti che tuttora sono usati. Tutti i dettagli della scoperta sono stati pubblicati sulla rivista Nature.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha segnalato 200 milioni di casi clinici di malaria nel 2013, con 584.000 persone che muoiono a causa della malattia trasmessa dalle zanzare, la maggior parte delle quali donne incinte o bambini sotto i cinque anni.
Maggiori preoccupazioni, tuttavia, sono cresciute sui casi di malaria che sono stati segnalati tra i confini di Myanmar e India, e che sono resistenti alle attuali terapie.
Il dr Kevin Read, capo del progetto, ha detto che i nuovi farmaci sono urgentemente necessari, malauguratamente la resistenza attuale al farmaco antimalarico gold-standard è ormai considerata una minaccia reale.
l nuovo farmaco messo appunto nei nostri laboratori, agisce in un modo diverso da tutti gli altri farmaci anti-malaria sul mercato, il che significa che ha un grande potenziale contrasto contro i parassiti resistenti ai farmaci attuali. Il nuovo farmaco, è ora in fase di ulteriore studio, con i test di sicurezza, e potrebbe essere utilizzato entro il prossimo anno.
La pubblicazione sulla rivista Nature rivela che DDD107498 è potenzialmente idoneo per trattare la malaria con una singola dose, oltre a questo, il medicinale ha effetti per prevenire la diffusione della malaria stessa da persone infette, e proteggere le persone stesse dalla malaria.
Vi invito a lasciare un messaggio se vi va di commentare quanto scritto, oppure se avete altre informazioni utili su questo nuovo farmaco anti-malaria, potrete “aggiungerle” a questo post. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*