Scotland Yard arresta ladri rapina di Pasqua 2015

Scotland Yard arresta ladri rapina di Pasqua 2015Londra, avevano fatto una pianificazione meticolosa, i ladri che stavano per farla franca compiendo la “rapina del secolo” in un deposito di diamanti a Londra, ma purtroppo per loro è andata male, non avevano calcolato l’astuzia e la bravura degli agenti in servizio presso Scotland Yard che dopo il colpo si erano messi sulle loro tracce fino ad identificarli, e arrestarli; sono stati nove gli arresti per la famosa rapina fatta nel quartiere Hatton Garden, ma quello che ha fatto restare un po’ perplessi gli agenti, è stato che alcuni di questi ladri avevano un’età oltre i settanta anni, resta comunque un ottimo risultato per gli investigatori londinesi.
Tutta la vicenda era legata alla rapina di Pasqua, dove il colpo era stato veramente clamoroso. E non a caso a metterlo in atto erano stati dei ladri super esperti. Addirittura anziani in qualche caso. L’evento della rapina in cui una abile banda di esperti aveva ripulito 70 cassette di sicurezza nell’Hatton Garden Safe Deposit di Londra, aveva fruttato circa 200 milioni di sterline (quasi 290 milioni di euro).
I sospettati tutti gli uomini inglesi di età compresa tra 43 e 76, sono stati interrogati in una stazione di polizia della capitale britannica dopo che erano stati arrestati durante le incursioni fatte in mattinata, e che erano state coordinate da Scotland Yard nel nord di Londra, nel quartiere sud-orientale del Kent.
La rapina di Pasqua a Londra, fece molto scalpore in quanto nel weekend della festa religiosa, mentre tutti erano intenti a fare acquisti in Gran Bretagna, una “squadra” vestita in giubbotti fluorescenti ed elmetti (i ladri), entravano nell’area caveau di massima sicurezza nel “quartiere dei diamanti” di Londra, portando borse, e trolley per il trasporto del bottino, in buona sostanza erano vestiti da comuni operai.
Per entrare nella camera blindata i furfanti salirono nella tromba dell’ascensore e passarono attraverso i muri di cemento che erano 2 metri di spessore dopo averli precedentemente “forati”, fatto il colpo, poi si allontanarono in tutta tranquillità con il contenuto delle cassette di sicurezza, in tutto ne avevano svuotate 72.
Con questi arresti Scotland Yard si “rivaluta”, in quanto quando ci fu la rapina, tutta la procedura fu un autentico “fallimento” con molte omissioni di sistema da parte di chi doveva prendere in gestione la vicenda che probabilmente l’ha valuta di poco conto.
Invito chiunque voglia lasciare un commento, o, correggere quanto scritto, ad utilizzare l’apposito modulo a fondo pagina. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*