Robben e la sua delusione

Robben e la sua delusioneGermania, Monaco: nel mondo del calcio giocato si può vincere ma si può anche perdere, al massimo si arriva ad un pareggio che accontenta in svariate occasioni entrambe le squadre. Purtroppo nelle finali di calcio internazionali il “pareggio” non è ammesso si deve necessariamente arrivare ad un risultato che premierà una squadra lasciando delusione tra i calciatori della squadra perdente anche se in alcune occasioni la vittoria arriva proprio alla squadra che ha giocato peggio ma è il risultato finale quello che conta.
In questa occasione siamo nello stadio di Monaco dove si è disputata la finale di Champions League tra il Bayern Monaco e il Chelsea che è terminata con risultato di 1-1 (gol di Mueller e Drogba), stessa “musica” anche nei tempi supplementari ma nella lotteria dei calci di rigore Robben uno dei più apprezzati calciatori europei ne sbaglia uno, questo suo “errore” regala la vittoria e la coppa al club inglese del Chelsa.
Poco dopo la fine dei calci di rigore la regia inquadra in modo impietoso alcuni giocatori del Bayern tra cui Robben che da come si vede nelle immagini riprese sul terreno di gioco sembrano molto amareggiati per la sconfitta anche se complessivamente tutta la squadra ha giocano bene.
Queste immagini testimoniano in modo inequivocabile la delusione di Robben (sopratutto) e dei suoi compagni di squadra del Bayern Monaco, il tutto avviene mentre in campo impazzava la festa dei calciatori del Chelsea, in particolare, Robben è rimasto in questa posizione “curva” per diversi minuti, francamente sembra che lo stesso voglia quasi chiedere scusa a qualcuno in tribuna, ma è solo una mia ipotesi, per il resto lascio a voi ogni interpretazione.
Se volete commentare (e mi auguro lo facciate), o, correggere quanto scritto, oppure se avete visto la partita, e volete aggiungere altri particolari a seguito di questo post su Arjen Robben, vi invito a lasciare un vostro messaggio. Grazie.

3 thoughts on “Robben e la sua delusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*