Mira, sfiorata la tragedia: bambina si allontana da sola per giocare nel parco

Mira, sfiorata la tragedia bambina: si allontana da sola per giocare nel parcoI bambini piccoli, soprattutto quelli che hanno un’ età compresa tra i 3, e i 6 anni sono molto curiosi e vogliono scoprire sempre nuove cose, a “peggiorare” (si fa per dire) la tranquillità dei genitori è anche il fatto che gli stessi bimbi sono come “scoiattoli” veloci e molto silenziosi e questo mette in qualche caso in pericolo i bambini stessi se non opportunamente “sorvegliati”. Qualche giorno fa a Mira, bella cittadina con circa 40.000 abitanti che costeggia la Riviera del Brenta in provincia di Venezia una bambina di soli 3 anni sfugge al controllo visivo della nonna che stava curando l’ orto è in meno di un minuto raggiunge il parchetto attrezzato per i giochi.
Pipina (nome di fantasia) è molto “sveglia”, la sua mamma comunque durante le ore meno calde la porta spesso nel parchetto più vicino che si trova a circa 600 metri dalla loro abitazione in via Tiziano Vecellio a Mira, e forse il “ricordo” di questo parco con i giochi che ha fatto “sgattaiolare” Pipina che senza farsi notare, e silenziosamente a piedi nudi ha raggiunto il parco che si trova in via Donatello.
I vicini non si sono accorti di nulla, e tanto meno i residenti della via che a quell’ora stava sicuramente cenando, “fortunatamente” le vie interessate per raggiungere i giochi sono strade interne e poco trafficate, e la bambina sicuramente ha percorso il tratto che la separava dal divertimento, lungo il marciapiede, in ogni caso per raggiungere il parco è richiesto un attraversamento di strada.
Potete immaginare l’ apprensione della mamma, e della nonna quando chiamando non hanno ricevuto nessuna risposta dalla bambina, sono subito scattate le ricerche e considerando che erano passati solo 3/4 minuti dalla ”scomparsa” la stessa non poteva essere distante, si è tirato un sospiro di sollievo solo quando la sua mamma è riuscita a trovarla e portarla a casa.
Pipina è stata ovviamente sgridata per il suo comportamento (anche se la bambina non capisce, e vuole solo giocare). A questo punto vorrei fare un’ appello all’attuale Amministrazione Comunale di Mira (tenendo presente che forse ci sono altri problemi): considerando che in via Tiziano Vecellio fortunatamente cominciano ad esserci dei bambini, forse sarebbe il caso di attrezzare con qualche “gioco” il parchetto che si trova nella via stessa, questo eviterebbe ai bambini e ai genitori di percorrere diverse centinaia di metri per recarsi nella più vicina area attrezzata per i bambini, da parte nostra un grazie anticipato. I bambini hanno il sacrosanto diritto di giocare!
Se volete dare la vostra opinione su quanto accaduto in Via Tiziano Vecellio, vi invito a scrivere. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*