Mira, incidente Argine Sinistro Nuovissimo 11/06/2013

Mira, incidente Argine Sinistro Nuovissimo 11/06/2013Saranno state all’incirca le 11.30 questa mattina 11 Giugno 2013, quando in via Argine Sinistro Nuovissimo nell’ immediata periferia di Mira Venezia, si è verificato un brutto incidente automobilistico che ha coinvolto una vettura di piccola cilindrata e un fuori strada, il tratto di strada in questione è in molti punti molto stretto e a fatica ci passano due automobili che si “incrociano”. Non si conosce ancora la dinamica dell’ incidente, ma dalle immagini del video potrebbe essersi trattato di uno scontro frontale visto le “parti” interessate dall’urto (lato conducente).
Sono stati i residenti per primi a dare l’ allarme, “per fortuna” in zona transitava una pattuglia della Guardia di Finanza che ha prestato i primi soccorsi e ha chiuso il transito in entrambe le direzioni, la strada è rimasta chiusa al traffico per qualche ora, giusto il tempo di fare i rilievi e permettere ai mezzi di soccorso di assistere in modo adeguato i feriti (non ci è dato a sapere se ci sono stati feriti gravi o conseguenze peggiori), “fortunatamente” la via Argine Sinistro Nuovissimo è dotata (nel lato che costeggia il canale) di guardrail e questo ha permesso alla piccola utilitaria di restare sulla strada dopo l’ urto, che sarebbe sicuramente finita nel canale Nuovissimo se non ci fosse stata la protezione. Ricordiamo che i residenti che abitano lungo i due “argini” (sinistro e destro), da anni chiedono la messa in sicurezza delle due strade.
Questo ennesimo incidente arriva a solo qualche settima di distanza da un altro fatto simile verificatosi in Via Riviera Matteotti dove due automobili a causa di uno scontro sono finite nel Naviglio Brenta perché in quel lato la strada è priva di barriere.
Ancora peggio quello che è successo a qualche centinaio di metri sul lato opposto (via Argine Destro Nuovissimo) qualche anno fa al piccolo Medhi, il ragazzino di origini Marocchine che recandosi a scuola scivolò con la sua bicicletta nel canale e perse la vita. In quel circostanza l’ allora amministrazione comunale “promise” un guardrail di protezione, ma evidentemente il “messaggio” è andato perduto. A voi qualsiasi commento in proposito. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*