Mira, Alvise Maniero un Sindaco contestato

Mira, Alvise Maniero un Sindaco contestatoLa notizia che riguarda il “giovane” Sindaco di Mira in provincia di Venezia Alvise Maniero e che a detta delle opposizioni in questi suoi 18 mesi di amministrazione risulta deludente è di qualche settimana fa, mi scuserete per il ritardo ma purtroppo da disoccupato non compro spesso i quotidiani, il fatto è che devo “centellinare” ogni euro per mandare avanti come meglio posso la “baracca”, quindi se tutto va bene riesco a comprare il Gazzettino, o, “la Nuova” si è no una volta alla settimana.
Questa notizia tuttavia sono riuscito a leggerla un paio di giorni fa, grazie ad un quotidiano (la Nuova) che qualcuno aveva abbandonato sopra una panchina. In buona sostanza sembra che il Sindaco di Mira in questi primi 18 mesi di amministrazione “gestita da lui” sia stato quasi del tutto deludente con le opposizioni che fanno una lista di tutte le “mancanze” fatte in quest’ultimo periodo dalla Giunta “Grillina” (qui l’ articolo della Nuova Venezia).
Non entro nel merito della “questione” (non ho le competenze necessarie), ma vorrei dire la mia, anche perché io stesso non sono del tutto “contento” di quello che si è fatto per Mira, e per la situazione drammatica in cui versano molti disoccupati nel territorio amministrato dal sindaco Alvise Maniero; molti mesi fa scrissi una lettera in cui chiedevo un’ incontro con lo stesso Sindaco (volevo capire cosa si metteva in atto per i disoccupati miresi), ma fui indirizzato ai sevizi sociali, incontro quest’ ultimo “disastroso (io, e l’ assessore parlavamo 2 lingue diverse), ma poi mi sono reso conto che forse l’ amministrazione comunale non è un ufficio di collocamento, e mi sono messo “l’ anima in pace” come si suol dire.
Quest’ estate ho evitato di riscrivere al Sindaco per segnalare un fatto molto increscioso avvenuto in via Tiziano Vecellio, dove una bambina di soli 3 anni (molto sveglia) era sfuggita per qualche secondo alla vista della nonna e si era diretta pericolosamente nel parco in via Donatello, per poter giocare sulle giostrine, a questo proposito, visto che in via Tiziano Vecellio (fortunatamente), cominciano ad esserci dei bambini volevo chiedere al Sindaco che forse sarebbe il caso di mettere qualche gioco anche nel “parchetto” adiacente la via (i bambini vogliono giocare-devono giocare), ma aspetto tempi migliori per fare la richiesta; altre segnalazioni di vario tipo (ad esempio)  marciapiedi nuovi, meglio non farle.
Torniamo al punto di cui il titolo del post, è vero, come detto in precedenza anche io non sono del tutto entusiasta dell’ operato della Giunta a cui fa capo il Sindaco Alvise Maniero, ma volevo “spezzare una lancia” in suo favore, perché in un comune dove ci sono le risorse necessarie il Sindaco (come detto pocanzi) lo posso fare pure io, il difficile è farlo sapendo che non ci sono soldi, o quelli che ci sono risultano abbastanza limitati per tutte le “magagne” che un comune come Mira ha (va ricordato che Mira risulta essere uno dei primi comuni in Italia per vastità di territorio).
A mio modesto parere credo ormai nel nostro bel paese ci siano pochi Sindaci (forse nessuno) che riesca ad amministrare bene senza soldi, ripeto, con i soldi necessari il Sindaco lo posso fare anche io, il difficile è farlo senza! Al punto in cui si è arrivati adesso, con il nostro paese che si trova in un “disastro sociale” senza precedenti, comincio ad avere seri dubbi sui soldi che i comuni italiani hanno in cassa ma non posso “toccare” per via del patto di stabilità; mi chiedo se veramente queste cifre sono reali, o sono solo cifre “digitali” messe li per bella figura? Ma davvero è tutto oro quello che luccica?
Se avete commenti, o volete aggiungere altro, correggere quanto da me scritto vi invito a lasciare un vostro commento. Grazie.

4 thoughts on “Mira, Alvise Maniero un Sindaco contestato

  1. Sono dell’avviso che la colpa non sia attribuibile solo al sindaco che francamente trovo anche simpatico…… Pur troppo guarda caso ha pure la ragazza che lavora al consiglio comunale…. ( piove sempre sul bagnato). Quello che mi rattrista è che due fratelli di poco più di 40 anni poco distante da casa mia conosco anche il cognome ma per rispetto alla famiglia non scriverò ( erano seguiti dagli Assistenti Sociali del comune di Mira) e qui non apro polemiche ( non servono ulteriori commenti) purtroppo c’ é che in Italia vi é la consuetudine insana che prima scappa il morto e poi si vede cosa si deve fare. Poi per chi e di Mira é noto il caso di altri fratelli che hanno perso il lavoro e che dormono in un garage….. Penso come lo pensate tutti che nel 2015 una cosa del genere non sia minimamente accettabile (io se fossi un qualsiasi funzionario comunale mi dimetterei subito) é evidente che ci sono problemi per la collettività e si fá lo scaricabarile che la colpa e sempre di un’alto ente o di un’ altra persona. lo stato italiano ( lo ho scritto volutamente in minuscolo ) deve smetterla di dare fondi a dritta e a manca e per avere una certa credibilità internazionale e finanziare costosissime task force militari all’ estero. Non sono un razzista ma continuare a dare 35€ al giorno ad un emigrato che continuano comunque a morire a flotte ( il problema sembra interessare solo all’Italia invece dovrebbe essere un probblema Europeo) probabilmente in politica estera non sappiamo imporci. Vi faccio un ‘ esempio personale per capire il paradosso di questo paese, io come tanti perdo il lavoro che chiaramente il mio sostentamento principale ( non mi dilungo sull’operato del sindacato perché e tempo perso) . In anni diversi mi vengono a mancare i genitori dai quali eredito assieme ai fratelli degli immobili, ironia della sorte nonostante non abbia un sostentamento economico devo pagare imu, ici e gabelle varie. Trovo giusto a pagare le tasse ma quelle giuste, gli immobili che posseggo in compropietá per me solo un costo efettivo non sono un imprenditore dove puoi giustamente tassarmi sul mio fatturato. Per farla breve faccio isee che é l’indicatore della situazione equivalente che chiaramente non mi dá la possibilitá di curarmi di una paradontite grave. Se leggete la costituzione troverete scritto che ogni cittadino ha diritto alle cure sanitarie, ma purtroppo é solo scritto. Vi siete mai chiesti perché il cittadino e super controllato con controlli incrociati invece i nostri politici (non faccio di tutto un erba un fascio, forse qualche politico serio esite) non sono perniente controllati e hanno vitalizzi che si tramandano di generazione in generazione. L’ unica cosa che va a gonfie vele sono i caaf, che oltre a pagare le tasse devo pagare il loro corrispettivo ( cioé la tassa delle tasse). Io ho l’ impressione che questo paese non ha la voglia di cambiare oviamente, i cambiamenti vengono dal basso e non dall’ alto. Vi do un modesto suggerimento che sembra ovio ma in definitiva non lo é, ragionate con la Vs. Testa e fate quello che per voi é giusto fare , non permettete a nessuno di portare via i vostri sogni. buona giornata a tutti. state in campana!

  2. Ciao, abito a Mira, ma purtroppo la vivo poco.
    Per chi volesse tenersi informato con i quotidiani cartacei : in biblioteca comunale li trovate gratis per consultazione.
    Per quanto riguarda l’ operato di Alvise Maniero, il poco che ho visto e sentito, essendo spesso fuori comune è ampiamente positivo.
    Forse non vi siete accorti che lo scorso inverno diversi comuni sono stati allagati a causa del maltempo: il nostro no, e non per caso. Chi ascolta le voci dei cittadini + anziani saprà che è proprio grazie a questa giunta che è stata fatta la manutenzione dei canali, cosa che le precedenti hanno fatto molto poco, e si è visto. Stesso discorso per le nevicate. Bravo sindaco.
    Le uniche lamentele che ho potuto cogliere provengono dall’ opposizione, e sono del tipo : “è tutto fermo” riferito ai lavori-opere di messa in sicurezza di varie strutture (scale antincendio nelle scuole e cose simili, quelle si, sono state fatte nelle precedenti gestioni. Oppure: “ma come si veste?” – personalmente preferisco un sindaco che veste casual o come + gli pare , MA CHE POI LAVORA DURO PER TUTTI I CITTADINI, piuttosto che un damerino, se poi non fa altrettanto NELLA SOSTANZA. Poi a tutte le riunioni di comitati cittadini cui ho partecipato (chi si lamenta partecipa alle riunioni??) è sempre venuto pure il Maniero, a dare il suo apporto, anche la sera tardi. E questo è bene. Quando noi genitori abbiamo ripulito il giardino della scuola elementare in via Oberdan il sindaco è venuto, tardi ma lo ha fatto, e già qualcuno si era già lagnato che “non è un bel segnale la sua assenza” . Sono sicuro che il sindaco lo sa benissimo: ci sarà sempre qualcuno che critica. Ora le scuole elementari Foscolo resteranno chiuse d’ estate , perché necessitano di radicali lavori di messa in sicurezza, che le altre giunte hanno trascurato, e questo grazie al Maniero. Ma già c’ era chi si lagnava: non avrò la sede per i centri estivi sotto casa!!!, oppure : fa i lavori solo perché è costretto. Inutile aspettarsi gratitudine. Proposte per i disoccupati, in generale secondo me il comune potrebbe produrre e vendere energia. Se impiegasse e formasse chi ora è disoccupato per coprire di fotovoltaici tutti i tetti e le coperture adatte darebbe un sacco di lavoro, dignitosissimo e qualificato, potrebbe usufruire di finanziamenti europei, e trascormentrebbe un costo in un ricavo. MA CI VUOLE TANTO? Si può conservare l’ energia in eccesso trasformando l’ acqua in O + H tramite l’ elettrolisi, e stoccare l’ idrogeno in silos sotterranei e in luoghi sicuri. E’ il metodo migliore per conservare energia anche per anni, descritto da Barry Commoner 35 anni fa pubblicando i risultati di una commissione statunitense sull’ energia.

  3. I soldi li devono chiedere a Roma, non è possibile che si spendono miliardi di euro per opere inutili e i comuni faticano a tappare le buche per le strade.

  4. Non sono d’ accordo, si deve fare il possibile, ed anche l’ impossibile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*