Renato Brunetta risponde al disoccupato

Renato Brunetta risponde al disoccupatoSui fannulloni siamo d’accordo. Gentile signor…….., perché mi scrive “ero un suo ammiratore” nella battaglia che sto conducendo nella Pubblica Amministrazione? E’ vero che i fannulloni stanno da tutte le parti, ma non ho mai fatto di tutta un’erba un fascio. E poi lei, con sei mesi di lavori socialmente utili (e faticosi), non è certo diventato un pubblico dipendente ma resta semplicemente un lavoratore che ha onorato (al meglio, da quanto scrive) un contratto a termine presso il suo Comune.  Altri sono gli approfittatori, altri i furbi che privano i cittadini-clienti del loro diritto a beni e servizi pubblici tempestivi e di qualità.
A quanti, come lei, hanno veramente voglia di lavorare dentro e fuori la Pubblica Amministrazione (e sono la maggioranza) non mancherà invece mai il mio sostegno e plauso. Renato Brunetta / Ministro per la  Pubblica Amministrazione e l’Innovazione.

Questa è la risposta del Ministro Renato Brunetta in seguito ad una lettera sulla questione “fannulloni nella Pubblica Amministrazione” che un disoccupato gli aveva scritto attraverso i quotidiani locali del Veneto in data 13 Luglio 2010 (la lettera la potete leggere qui)

One thought on “Renato Brunetta risponde al disoccupato

  1. A un certo punto accade che questi personaggi si distaccano dalla realtà e pensano che il microcosmo della politica, dove girano affari da un sacco di soldi, sia la realtà del paese. Magari pensano anche di meritarsi i 100.000 euro per una consulenza o che le banche eroghino mutui alle condizioni dell’agenzia interna della Camera e a semplice richiesta, come accade a loro. Cose che finiscono per pensare che la maggioranza del paese sia piena di case che le cose vanno male perché siamo pessimisti….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*