La biscia “arrampicatrice”

La biscia arrampicatriceNon vi nascondo ovviamente che sono abbastanza “terrorizzato” quando mi ritrovo davanti uno di questi rettili, più in generale la paura mi assale in particolare quando la biscia, o qualsiasi serpente esso sia mi trova “distratto” o compare all’improvviso. Questo tuttavia non succede in altre circostanze, se vedo in lontananza che uno di questi rettili mi sta venendo incontro non mi succede nulla, anzi io stesso gli vado vicino  per capire di che tipo di serpente si tratta.
Stiamo ovviamente parlando di serpenti “innocui” consiglio a tutti comunque di tenersi a distanza di cautela perché non è raro avvistare “vipere” che se “mordono” il loro veleno può causare conseguenze letali.
Per quanto riguarda la “nostra biscia arrampicatrice” il discorso è diverso, ho voluto “affibbiare” questo tipo di aggettivo (arrampicatrice) che in questo caso non è del tutto esatto, solo le lucertole hanno il dono di arrampicarsi sulle pareti a piombo, perché hanno nelle zampette una serie di ventose.
Nel caso di questa biscia da “orto” assolutamente non pericolosa (che più comunemente la si vede nei piccoli corsi d’acqua), io stesso ho ripreso con il telefonino il tragitto che ha effettuato per spostarsi di tana (credo).
La “scalata” della biscia ovviamente era dovuta al semplice superamento di un muretto di circa 40 centimetri di altezza in cui la stessa non ha trovato ostacoli, solo qualche esitazione, tuttavia alla biscia è andata bene, perché se avesse varcato la rete qualche metro a sinistra avrebbe trovato un pollaio, e le galline si sa, non sono certo amiche di questi rettili (ma forse la biscia lo sapeva).
Questi serpenti, oltre a non essere velenosi, sono molto utili all’ambiente, in quanto mangiano: rane, rospi, e soprattutto topi; sono molto sensibili nel periodo primaverile, perché è il tempo “dell’ amore”, e potrebbero dare qualche “colpetto di coda” (ma solo se disturbate).
Se intendete dare qualche consiglio sui serpenti in generale, oppure semplicemente commentare quanto scritto vi invito a scrivere. Grazie.

3 thoughts on “La biscia “arrampicatrice”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*