Italia in crescita, disoccupati diminuiscono

Italia in crescita, disoccupati diminuisconoQuesto è quello che afferma il nostro Primo Ministro Matteo Renzi, dietro di lui a seguire, una sfilza di altri personaggi politici, e del mondo economico (più o meno uguale), che (secondo il mio parere), da questa situazione che ha del “surreale”, ne traggono profitto, altrimenti non si spiegherebbe come mai io stesso che scrivo questo post sono ancora disoccupato dopo 8 anni.
Il nostro Paese sta “crescendo”, è questo quello che si vuole far credere, in realtà si sono favorite altre priorità, mentre quella che dovrebbe essere una delle principali prerogative di un governo (il lavoro), è stata messa sempre in secondo piano lasciando che tutto vada lentamente ma inesorabilmente verso un futuro del tutto incerto.
Sono aumentati i contratti a tempo indeterminato! E’ vero, tuttavia si “dimentica” di dire che quei contratti altri non sono che gli stessi precari che sono stati assunti perché ci sono gli “aiuti di stato”, oltretutto (particolare importate), oramai in Italia chi lavora nel settore privato, è un “precario a vita”.
Ripartiamo! Già, ma da dove? Nel nostro Paese ci sono circa 7 milioni di disoccupati (tra quelli censiti, e quelli che non cercano più lavoro), queste persone, potrebbero rappresentare anche le loro famiglie, che in alcuni casi è formata da quattro persone, a fare i conti con la “penna” ci sono decine di milioni di persone che non se la passano tanto bene, ed è questa la reale situazione.
Non so dirvi cosa ci potrebbe riservare il futuro, ma se non si prenderanno decisioni un tempo vincenti, siamo destinati a diventare un Paese a 2 economie, da una parte quelli che hanno un lavoro sicuro (i soliti), e dall’altra quelli che sopravvivono in mille difficoltà.
Se volete commentare (e mi auguro lo facciate), o, correggere quanto scritto, oppure, se conoscete altri particolari su questo che, alcuni definiscono un nuovo boom economico taroccato, e volete aggiungerli a seguito del post, vi invito a lasciare un vostro messaggio. Grazie a tutti.

Il video è solo un’esempio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*