Inghilterra, il Principe Carlo va in pensione

Inghilterra, il Principe Carlo va in pensioneCompirà 65 anni il prossimo 14 Novembre il Principe Carlo, figlio della tanto amata Regina (The Queen) Elisabetta. Fin qui nulla di strano, questa notizia ormai è data ogni anno quindi direi che non c’è da meravigliarsi, è un’ evento come un’ altro, il compleanno lo compiono tutti. Quello che ha di speciale (molto speciale) e che questa volta il Principe Carlo d’ Inghilterra raggiunge la bella età di 65 anni e nel Regno Unito diventa possibile andare in pensione! Già, 65 anni, è questa l’ età pensionabile per tutti gli Inglesi, o persone che vi risiedono e che hanno lavorato maturando il diritto alla tanto famigerata pensione.
Da quanto emerso da indiscrezioni sulla stampa specializzata Inglese, sembra (notizia da confermare) che anche il Principe Carlo abbia voluto fare la domanda per avere la sua pensione, “forte” di alcuni contributi maturati quando prestava servizio nella Marina Militare di Sua Maestà, e successivamente versando un non meglio precisato numero di contributi volontari.
Qualcuno leggendo questo post si starà chiedendo a cosa serve una “piccola” pensione al Principe, e soprattutto quanto percepirà? A quanto ammonta l’ importo dell’ assegno mensile che l’ “INPS” Inglese verserà a Carlo d’ Inghilterra al momento non mi è dato a sapere (si vocifera di poche centinaia di sterline), ma posso dirvi che tale somma (qualsiasi essa sia), verrà devoluta in beneficenza, quasi sicuramente a qualche casa di riposo per anziani.
probabilmente il Principe ha voluto fare questo gesto (che gli fa onore) pensando che sarebbe stata cosa gradita presso i “sudditi”, e di conseguenza avrebbe messo in buona luce la sua persona (forse qualcuno altro potrebbe imitarlo).
Compiendo 65 anni il Principe Carlo diventerà il più longevo erede al trono della monarchia Inglese. Solo Guglielmo IV, che salì al trono all’età di 64 anni nel 1830, deteneva questo record (se così vogliamo chiamarlo). Ma quest’ anno il Principe ne compie 65 di anni, e va in pensione, restando in attesa di diventare Re (il record adesso è suo).
Lasciamo il compleanno del Principe, perché voglio fare una riflessione a seguito. Ma se questo succede nel Regno Unito, e anche in qualche altra parte del mondo, cosa avviene in Italia in tal senso? Personalmente credo sia improbabile (ma non impossibile) un gesto tanto altruista di persone agiate che devolvono la loro pensione in beneficenza, ho sentito parlare di qualche donazione ma niente di più; evidentemente ci sono, ma devono essermi “sfuggite”.
Se qualche lettore/ce avesse notizie in proposito (benestanti che offrono la loro pensione in beneficenza) lo/la prego di scriverlo, sarò lieto di dare seguito a questo articolo. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*