Giro d’Italia 2015, 13^ tappa: il Veneto si “tinge” di Rosa

Giro d'Italia 2015, 13^ tappa il Veneto si “tinge” di RosaE’ stato il Veneto Sacha Modolo di Conegliano, a vincere nello sprint di Jesolo la 13^ tappa del 98° Giro d’Italia di ciclismo, al secondo posto il milanese Giacomo Nizzolo, mentre la piazza d’onore è stata per Elia Viviani, veronese di Isola della Scala. Maglia Rosa è il sardo Fabio Aru, mentre lo spagnolo Alberto Contador arretra al secondo posto. Tempo meteorologico con proprio gradevole in Veneto per questa tredicesima tappa che ha preso il via da Montecchio  Maggiore in provincia di Vicenza, con finale a Jesolo; i corridori si sono trovati ad affrontare un tragitto perlopiù pianeggiante, ma con i 147 chilometri da percorrere sotto una pioggia battente che li ha “accompagnati” per la maggior parte del percorso.
Molti i comuni attraversati dal Giro, un primo “traguardo volante” a Santa Maria di Sala-Venezia, mentre un secondo è stato allestito a Mestre, per finire poi i 147 chilometri a Jesolo con una folla in festa; molta festa anche lungo tutte le strade dove i ciclisti sono passati, tantissimi appassionati di ciclismo, e una grande rappresentanza di giovanissimi, tutti vestiti con la “Maglia Rosa”, anche se a causa della pioggia quest’ultima si poteva notare poco.
Domani la prossima tappa, la 14^, sarà a cronometro individuale, con partenza da Treviso, fino a coprire i 59,4 chilometri per l’arrivo a Valdobbiadene, tragitto da percorrere con circa 230 metri di dislivello tra partenza e arrivo; le previsioni meteorologiche per la 14^ tappa non sono delle migliori, anche domani il Veneto sarà interessato da pioggia persistente che accompagnerà i corridori, ma si spera nel bel tempo.
Siamo stati a Santa Maria di Sala, per effettuare le riprese del passaggio dei ciclisti, abbiamo notato la presenza di 4 elicotteri che probabilmente facevano le riprese video, e da “ponte”, oltre a Carabinieri, Polizia, e Polizia locale, con una grande quantità di volontari della protezione civile, e i volontari dell’ANC (Associazione Nazionale Carabinieri).
Il tutto si è reso necessario per mantenere l’ordine pubblico, e bloccare momentaneamente il traffico veicolare che in quella zona è molto intenso, nonchè le migliaia di persone lungo il ciglio delle strade.
Vi invito a scrivere un messaggio se vi va di commentare quanto scritto, oppure se avete altre informazioni utili sulla 13^ Tappa del Giro d’Italia, potrete “integrare” questo post. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*