Facebook: tranquilli, ancora non si paga

Facebook tranquilli, ancora non si pagaSono ricominciate a comparire su diverse bacheche di utenti Facebook, alcune “lettere” che hanno lo stesso significato, in buona sostanza si tratta di una sorta di avvertimento che qualche “buontempone” ha scritto diverso tempo fa, e poi lo ha fatto circolare sul network; Facebook diventerà a pagamento: è la solita bufala.
Purtroppo, e come succede in questi casi, Facebook stesso diventa un “vettore” molto potente per questo genere di “scherzi”, il fatto è, che sono talmente scritti bene che risultano molto convincenti, per cui, chi legge, a sua volta condivide la “bufala” senza rendersi conto che non ha nessun senso.
Facebook a pagamento? No! State tranquilli, almeno per il momento non c’è nessun “balzello” da pagare, tuttavia, questa sorta di “auto certificazione” che sta circolando su Facebook da diverse settimane mette non poca apprensione, almeno tra i più giovani, che in molti casi non si possono permettere un’eventuale “tassa” per rimanere iscritti al famoso social creato da Mark Zuckerberg.
Ma vediamo cosa viene scritto in questo post che la maggior parte delle persone sta condividendo su Facebook: “Ora è ufficiale! E ‘ apparso nei media. Facebook ha appena pubblicato il suo prezzo di entrata: 5,99 € per mantenere l’abbonamento gold del vostro status di vita “privata”. Se si incolla questo messaggio sulla propria pagina, sarà offerto gratuitamente (ho detto incolla non condividere) altrimenti domani, tutte le vostre pubblicazioni potranno diventare pubbliche. Anche i messaggi che sono stati eliminati o le foto non autorizzate. Dopo tutto, non costa nulla per un semplice copia incolla. A causa del fatto che facebook ha scelto di coinvolgere il software che permetterà il furto delle mie informazioni personali, dichiaro quanto segue: a tale data della domenica 20 settembre 2015, in risposta alle nuove linee guida di Facebook e in Norma degli articoli l. 111, 112 e 113 del codice della proprietà intellettuale, dichiaro che i miei diritti sono legati a tutti i miei dati personali, disegni, dipinti, foto, testi, commenti, video, messaggi… pubblicati sul mio profilo. Per l’uso commerciale di quanto precede, il mio consenso scritto è richiesto in ogni momento. Coloro che leggono questo testo possono fare un copia / incolla sul loro muro facebook. Ciò consentirà loro di porsi sotto la protezione del diritto d’autore. Da questo comunicato, dico a Facebook che è severamente vietato divulgare, copiare, distribuire, trasmettere o prendere qualsiasi altra azione contro di me sulla base di questo profilo e / o dei suoi contenuti. Le azioni di cui sopra si applicano anche ai dipendenti, studenti, agenti e o altro personale sotto la direzione di Facebook. Il contenuto del mio profilo contiene informazioni private. La violazione della mia privacy è punita dalla legge (UCC 1-308 1-308 1-103 e lo statuto di Roma). Facebook è ora l’entità di capitale aperto. Tutti i membri sono invitati a pubblicare un avviso di questo tipo, o se si preferisce, è possibile copiare e incollare questa versione. Se non avete pubblicato questa dichiarazione almeno una volta, consentite tacitamente l’uso di elementi come le foto, così come le informazioni contenute nell’aggiornamento.”
Insomma, da quanto scritto, è chiaro che si tratta di una bufala; già il fatto che l’avviso indica un ipotetico “domani”, e che, chi incolla quanto scritto sulla propria bacheca, sarà esente dal pagare la “tassa. Nulla di più burlesco.
Allora: se vi capita di leggere questo genere di “avviso”, non fateci caso, eliminatelo tranquillamente, Facebook al momento è gratuito, e come scrivono i proprietari: “Facebook È gratis e lo sarà sempre.”
Vi invito a lasciare un messaggio se vi va di commentare quanto scritto, oppure se volete correggere eventuali errori, o, se avete altre informazioni su questa bufala di Facebook a pagamento, e volete integrarle in questo post, scrivete. Grazie.

One thought on “Facebook: tranquilli, ancora non si paga

  1. Da non credere, ci sono ancora persone che credono ancora alle favolette!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*