Su Facebook, il ricatto hard si chiama “ivoriana”

Su Facebook, il ricatto hard si chiama “ivoriana”Nell’ambiente la trappola è denominata “ivoriana”, è come in quasi tutte le trappole fatte nell’ambito dei social network prende di mira prevalentemente gli over 50, si tratta sostanzialmente di un “gioco erotico virtuale”; a cadere nella truffa questa volta è stato un cinquantenne di residente in provincia di Belluno, l’uomo (un utente di Facebook), ha denunciato alle forze dell’ordine, un tentativo di ricatto nei suoi confronti:”o mi dai 500 euro o diffondo il video di te nudo mentre ti tocchi a tutti i tuoi amici di Facebook”.
Questo è il “classico” messaggio che si riceve dopo essere caduti nella trappola di fantomatiche e avvenenti ragazze che dichiarano di essere originarie del Nord America, o, dell’Europa dell’Est. “Vieni in chat vedrai che ci divertiamo”. Così vengono aggirati i malcapitati, ma dopo un reale scambio di materiale (video e fotografie) di pose intime, scatta la trappola. In realtà, l’imbroglio è gestito da una vera, e propria organizzazione, che usa profili fasulli allo scopo di abbindolare questi malcapitati.
Secondo quanto scritto sul Gazzettino di Venezia, “Sulla chat parte il video, che è sempre una registrazione, dove si vede una ragazza provocante anche mezza nuda. Il malcapitato si convince, si mette nudo in webcam e si mostra in esibizioni sessuali. Non sa che a sua insaputa, quello che fa viene registrato. Non appena il truffatore ha “ottenuto” il video compromettente scattata l’estorsione. Al cinquantenne in questione sono stati chiesti 500 euro. “o paghi, o quel video viene diffuso su Facebook, e Skype”: ma lui non ha pagato e ha invece denunciato. Per ora il video compromettente non è stato diffuso, in alcuni casi registrati in precedenza invece sì.
In questo periodo, la truffa definita “ivoriana”, sembra diffondersi molto velocemente, tanto è che, solo nel bellunese, i casi di estorsione sembrano essere già 5. Non resta che stare molto attenti, sopratutto quando non si ha la reale “visione” di quello che si fa; le persone che hanno una “certa età”, cadono molto facilmente in queste situazioni dove si potrebbero verifica situazioni molto “scomode”, e sopratutto molto care.
Vi invito a lasciare un messaggio se vi va di commentare quanto scritto, oppure se volete correggere eventuali errori, o, se avete altre informazioni su questa truffa chiamata “ivoriana”, e volete dire la vostra a riguardo, potete integrare questo post. Grazie.

Il filmato non rappresenta la truffa “ivoriana” di questo post, ma è molto simile, e da un’idea di cosa succede in questi casi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*