Expo Venezia apre, la Polizia protesta

Expo Venezia apre, la Polizia protestaQualche settimana fa il nostro Primo Ministro Matteo Renzi ha inaugurato il padiglione Expo Aquae di Venezia, in occasione del suo arrivo in Via Pacinotti, alcuni agenti di Polizia del sindacato COISP (Coordinamento per l’Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia), erano presenti per distribuire dei volantini in cui si evidenziava una protesta nata dal fatto che un insieme di eventi che si stanno tenendo nella città lagunare, ed altri nella provincia potrebbero, mettere i seria difficoltà i cittadini in quanto viene a mancare un numero sufficiente di agenti che diano un adeguata risposta a tutti gli interventi per cui sono chiamati.
La protesta del COISP nasce dal fatto (come scritto nel volantino), di una grave carenza di organico che sta affliggendo la Questura di Venezia, quest’ultimo particolare è dovuto ad un numero sempre in crescendo di servizi, e interventi a cui gli stessi agenti sono costretti a far fronte quotidianamente, il sindacato inoltre, avverte la cittadinanza che con molta probabilità nei prossimi mesi verrà a mancare un adeguata sicurezza per i cittadini per la mancanza di un numero sufficiente di agenti, questo perché gli stessi sono impegnati (nella quasi totalità) in eventi come l’Expo di Venezia, che attirerà centinaia di migliaia di turisti, lo stesso dicasi per la Biennale; oltre a questi 2 eventi che dureranno parecchi mesi, gli agenti saranno impegnati con l’arrivo dei “Migranti” e “comizi elettorali”, e in più, nei quotidiani impieghi di ordine pubblico.
Da cittadino, quanto scritto sul volantino del COISP mi lascia amareggiato, purtroppo deve prendere atto anche io che, questa crisi sta “colpendo” anche i settori più importanti del nostro Paese, la Polizia, e più in generale tutte le forze dell’ordine dovrebbero essere in numero sufficiente per garantire ad ogni cittadino un adeguata sicurezza.
Visto il perdurare di questi eventi che coinvolgeranno quasi del tutto le forze di Polizia che operano nella Questura di Venezia, sarebbe opportuno prendere provvedimenti come l’integrazione di organico che garantirebbe in maniera adeguata le varie richieste che i cittadini fanno presso la stessa, anche se come è ovvio pensare ci sono i limiti imposti dalla Spending Review. Vi invito a visionare sul sito del COISP alcuni articoli inerenti a questa protesta (qui).
Se volete commentare, o, correggere quanto scritto vi invito a lasciare un vostro messaggio. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*