Emergenza casa a Venezia, Bonzio scrive al Commissario

Emergenza casa a Venezia, Bonzio scrive al CommissarioNon sarà facile uscire da questo tormentato periodo di crisi, personalmente credo sia troppo tardi ma è anche probabile che in certi momenti sia valido il detto “non è mai troppo tardi” e mai come in questo periodo spero, anzi mi auguro che quanto affermato nei “vecchi” detti trovi riscontro positivo. Che c’era una vera è propria “emergenza casa” nel territorio del comune di Venezia ne ero al corrente, già nel mese di Novembre avevo documentato una protesta i talsenso che alcuni comitati avevano promosso davanti alla Basilica della Madonna della Salute.
Questo post avrei dovuto scriverlo tempo fa ma ho voluto aspettare che qualche persona autorevole dicesse qualcosa in proposito e finalmente Sebastiano Bonzio (candidato Sindaco della città lagunare), ha voluto scrivere una lettera urgente al Commissario del comune di Venezia esponendo la drammaticità della questione abitativa, ecco il testo della lettera:
Egregio Signor Commissario, Le scrivo in relazione alla drammatica situazione in materia di emergenza abitativa.
Come avrà notato, il combinato disposto della prolungata e cronica assenza di politiche locali in materia e l’evoluzione (ma sarebbe meglio parlare di involuzione) del quadro normativo nazionale sta comportando la recrudescenza del quadro del tessuto sociale, come si può facilmente desumere anche da recenti notizie di stampa che riportano.
Basti pensare al simbolico caso della famiglia Basile che gli uffici dell’Amministrazione stanno seguendo con proposte “tampone” ma che, a mio modesto avviso, andrebbe trattata con strumenti ed atti straordinari. Arrivando a valutare anche la requisizione temporanea dell’alloggio da parte dell’Amministrazione per rispondere ad una situazione in cui l’emergenza abitativa è assimilabile ad una vera e propria calamità naturale. È per discutere della situazione in essere e delle possibili azioni che, fin da subito, questa Amministrazione può intraprendere, sulla base per altro delle decisioni assunte dal disciolto Consiglio Comunale, che sono con la presente a chiederLe la disponibilità ad un incontro urgente con il sottoscritto e con alcuni dei soggetti associativi più attivi in città in materia di emergenza abitativa. In attesa di un cortese riscontro, colgo l’occasione per porgere i miei più cordiali saluti. Sebastiano Bonzio – Candidato Sindaco per Rifondazione Comunista e Sinistra per l’Altra Venezia.
Come detto sopra la situazione abitativa a Venezia (e non solo) non è tra le migliori, nel corso dell’ ultimo ventennio nel nostro Paese si è provveduto a fare molte “opere inutili” che sono costate tanto in termini economici, e che probabilmente avranno spese maggiori con il passare degli anni, evidentemente l’ edilizia popolare non frutta quanto ci si aspetta.
Se volete correggere, o aggiungere altro a quanto scritto vi invito a lasciare un vostro messaggio. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*