Dolo, ragazza inciampa con i tacchi alti

Dolo, ragazza inciampa con i tacchi altiSuccede varie volte, questa volta è anche successo ad una “ragazza” di Dolo in provincia di Venezia, che si era recata con il proprio marito e i figli a trovare i suoi genitori, ma mentre camminava nel piccolo “cortile” antistante la casa, a causa della misura alquanto “alta” dei tacchi (uno dei quali si infila in una “fessura” della pavimentazione) cade rovinosamente a terra ma nel farlo la caviglia della gamba desta si gira in modo anomalo procurandogli una distorsione molto dolorosa.
L’ incidente (se cosi posso chiamarlo), è avvenuto nella bella cittadina che si trova lungo la Riviera del Brenta la scorsa estate, ma solo in questi ultimi giorni mi è venuto in mente proprio mentre guardavo alcune foto (tra cui anche quella delle scarpe incriminate), avrei dovuto scriverlo molti messi addietro ma preso da un lavoro “precario” me ne sono dimenticato (mi succede spesso).
Nulla di grave per fortuna la distorsione della caviglia non ha avuto conseguenze serie (fortunatamente), la ragazza subito soccorsa dal marito che successivamente l’ ha trasportata al pronto soccorso, Ainafets (nome di fantasia) se le cavata con una grossa fasciatura che ha dovuto tenere per una settimana assumendo nel contempo alcuni anti dolorifici.
Nulla di veramente serio dunque, ma poteva andare peggio se si fossero rotti i legamenti. Il consiglio che io in questo caso posso dare a tutte le ragazze che decidono di “adottare” i tacchi vertiginosi è quello di usarli solo in caso di assoluta padronanza, oltre a questo sarebbe opportuno che gli stessi venissero usati in ambienti interni (per evitare che i tacchi si infilino in fessure varie), in alternativa e se diventa proprio necessario indossarli fuori all’ aperto camminare stando attenti dove si mettono i piedi (in questo caso i tacchi).
A voi è mai successo che i tacchi si infilino in “posti” strani come le fessure dei marciapiedi? Siete mai caduti/e per causa dei tacchi alti? Lasciate un vostro commento se vi siete trovati in queste situazioni. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*